Il Mistero alla Radio: Giallo, Poliziesco, Thriller e Noir

«Non era mica vero che s’innamorava così spesso. Gli capitava, come a tutti, per cercare di dare un senso alla vita.»

(Marco Vichi da Fantasmi del passato)

Nel 1841 esce “I delitti della via Morgue” di Edgar Allan Poe. Il personaggio Auguste Dupin ha enormi capacità deduttive e riesce a risolvere casi criminali senza nemmeno recarsi sui luoghi dei delitti. Gli basta leggerne i resoconti giornalistici.

Alla fine degli anni ’50, la radio trasmetteva una serie di racconti di Edgar Allan Poe. La voce che li recitava era quella stupenda di Ubaldo Lay, attore bravo che ebbe enorme successo con la serie del Tenente Sheridan.

Il fascino di racconti interpretati con così grande maestria come ancora ascoltabili in Rai Teche (ricordiamo: “Il vascello fantasma”, “Il crollo di vecchi manieri”, “La Morte Rossa” e tanti altri…) era in grado di incutere il massimo terrore nell’ascoltatore. La Radio creava un coinvolgimento totale insieme alla storia grazie allo straordinario potere della sospensione dell’incredulità!

Negli anni del dopoguerra i bollettini radio erano per lo più tristi. I danni erano stati ingenti, le perdite tragiche e la ricostruzione si prospettava molto lenta e difficile. Ecco quindi che gli spettacoli che coinvolgevano di più e permettevano lo svago più adatto ai pubblici di quel tempo furono le opere di prosa con elementi di mistero. Nasce un genere di suspense anche nella radio italiana, un genere che mutua il colore e i contenuti dei libri Mondadori più venduti: il Giallo. La classificazione però di questo genere ammette tante varianti. Dal Noir, con i tratti più foschi dei suoi protagonisti, e l’Hard-boiled addirittura disseminati di violenza. Ai Polizieschi, con indagini realizzate per deduzione e con l’ingegno di ispettori di polizia istituzionale o investigatori “per caso” com Ellery Queen…

Per chi decide di optare per il Piano di iscrizione di ascolto esclusivo di opere in prosa, è disponibile lo streaming esclusivo di 4 radio-gialli dalla fortunata trasmissione GialloSera andata in onda su Radio Rai negli anni ’80.

Anche questo mese, chi aderisce al piano di iscrizione del sito radiodrammi.it dedicato al Dizionario dei Radiodrammi, avrà la possibilità di leggere in PDF o direttamente on line l’opera enciclopedica dedicata alla prosa radiofonica. L’unico archivio dei programmi in prosa in lingua italiana dal 1929, oltre 2500 schede divise per titoli, genere, date di prima trasmissione, cast tecnici, artistici e trama! Per questo lavoro il nostro grazie andrà sempre a Giuseppe M..

Buon ascolto a tutti e felice navigazione tra i contenuti del sito Radiodrammi.it!
(la redazione di Radiodrammi.it)

La foto del mese

Ellery Queen di Frederick Dannay e Manfred B. Lee

Ellery Queen (Frederick Dannay e Manfred B. Lee)

La foto di Novembre 2018 è dedicata ai due scrittori, cugini, Frederick Dannay e Manfred B. Lee, creatori di letteratura poliziesca e inventori del detective Ellery Queen. A partire dagli anni sessanta il nome “Ellery Queen” divenne una sorta di franchise sotto la cui firma figurano romanzi apocrifi autorizzati da Dannay e Lee. La produzione terminò con la morte di Lee avvenuta nel 1971. Dalle avventure del detective Ellery Queen furono tratti diversi adattamenti radiofonici, oltre a un film per la TV e a una serie televisiva omonima prodotta nel 1975 dalla NBC e trasmessa anche in Italia nel 1979.

L’audio del mese

Per il programma “Quando la Radio”, dalla serie “Giallo sera”, l’audio di questo mese è “La parte del diavolo”. Il radiodramma è scritto da Gigliola Falluto Valloni e da Italo Fasan, la regia è di Roberto Gandus. Per molto tempo presente e ascoltabile liberamente sul web (vedi l’evento Facebook) lo proponiamo in questa sezione per la sua rilevanza radio-drammaturgica e per la recitazione per niente male. Sperando di far cosa gradita ai bravi autori e al regista dai quali contiamo di essere contattati per eventuali altre messe in onda e trasmissioni (gratuite o per i soli associati al Piano di iscrizione di ascolto esclusivo di opere in prosa).