Passo estremo

Eneide_Passo_estremo
Eneide_Passo_estremo

“Passo estremo” – Episodio n. 06, stagione 1 della serie Radiodrammi in 1 minuto. Dal libro IV e dal VI dell’Eneide di Publio Virgilio Marone.

“Passo estremo” riunisce le due note scene dal lavoro di Virglio. Didone, interpretata da Francesca Vannini, è uno dei personaggi più vivi di tutto il poema. Giovane, bella, sensibile, intelligente. Una figura resa memorabile per il dolore intenso e vibrante. Nel libro IV è fragile alle sventure e ai tradimenti dei quali è vittima. Appare così nobile nel sesto libro da non degnare di un solo sguardo Enea. Ha trovato equilibrio e pace. Non vanta il suo potere, raggiunto negli inferi dopo la condanna. Qui nella selva infermale, è finalmente padrona di se stessa.

Enea, interpretato da Gianni Garamanti, è uscito da esperienze dolorose. Nel IV libro è sicuro e deciso a seguire il volere degli dèi perché convinto del destino di fondare Roma. Nel VI libro Virgilio lo descrive, forse non dubbioso, ma addolorato, quindi più umano. Nella sua anima l’eroe è sensibile e ardente di pietà per Didone. Capisce che ha causato una tragedia, che ha ucciso questa innocente. L’ha resa vittima al pari dei suoi avversari. Questa volta, però, non voleva e ora cerca solo un ascolto da lei. Per chiedere perdono…