Diego Cugia

Diego Cugia è autore e regista di vari programmi radiofonici ma ha raggiunto il grande consenso con l’invenzione del Radiofilm, un format che ha rivoluzionato il modo di fare radiodramma.
Diego Cugia di Sant’Orsola è nato a Roma da famiglia sarda. Oltre a essere autore e regista, è anche giornalista professionista. La sua carriera prende avvio in qualità di autore di satira per diversi varietà radiofonici tra cui spicca Mocambo Bar scritto a quattro mani con il cantautore Paolo Conte.
In seguito, grazie ai programmi Torno Subito e Viva la Radio, è riuscito a imporsi presso un pubblico giovane.
Diego Cugia
Diego Cugia

Tuttavia il grande consenso arriva con l’invenzione del Radiofilm.
Con lui il format del tradizionale radiodramma è radicalmente cambiato: si passa dal teatro da camera al cinema da ascoltare.
Grazie all’impiego di voci famose del doppiaggio, basti citare Sergio Graziani, Emanuela Rossi, Ilaria Stagni e l’uso di effetti sonori presi a prestito dal repertorio del cinema americano, il radiofilm è diventato una realtà targata dal personalissimo stile di Cugia.
Con i romanzi multimediali (Il Mercante di Fiori, Domino, Alcatraz) Diego Cugia si consacra come autore eclettico per un uguale successo di critica e pubblico.
I personaggi di Cugia sono sempre legati a una attualità ferale e cruda, spaventosamente contaminata: una giusta misura di pessimismo e di realistico esistenziale ottimismo.
Ad esempio: Maria, la protagonista de Il Mercante, è vittima del racket internazionale della prostituzione; Domino, la piccola protagonista del romanzo omonimo, subisce una sofisticata e imbrogliata violenza virtuale e poi la clonazione dell’anima; Jack Folla, dj rinchiuso nel braccio della morte in attesa dell’esecuzione, rappresenta un po’ l’espressione virtuale del nostro Ego collettivo, quello più ascoso e difficile da partorire.
Ed è stato proprio Jack Folla a dare a Diego Cugia una notorietà notevole. A inizio carriera Cugia era ascoltato da pochi curiosi e attenti estimatori, ma con il personaggio di Jack Folla, Cugia è oggi una autore che è impossibile non tenere in grande considerazione.
Ormai Diego Cugia ha abbattuto il muro di gomma della comunicazione proiettandosi in una dimensione espressiva dove il minimalismo così come la cultura alta sono entrambi strumenti validi per dar maggior risonanza alla propria voce.
 
(articolo rielaborato dal sito di Giuseppe Iannozzi)
Click me